Idropulitrici: come funzionano?

Hai provato con l’acqua. Hai provato il sapone. Hai provato a strofinare e strofinare. Avete provato con prodotti chimici cattivi che non fanno quello che dicono. Allora cosa si fa quando non si riesce a pulire? Tira fuori l’idropulitrice! Molte persone ora usano abitualmente questi tubi super potenti (conosciuti anche come “idropulitrici”) per far saltare le cose pulite con getti d’acqua pressurizzati a circa 100-200 volte la pressione dell’aria intorno a noi (che è di 1500-3000 libbre per pollice quadrato o psi). Sono brillanti nei patii, nei vialetti, nei mobili da giardino, nelle griglie per il barbecue e in tutti gli altri tipi di sporcizia esterna. Una idropulitrice perfetta per questi lavori è l’idropulitrice Karcher! Diamo un’occhiata più da vicino a come funzionano!

Perché i getti a pressione rendono le cose più pulite

C’è una buona ragione scientifica per cui l’acqua rende le cose così pulite: le sue molecole hanno una leggera polarità elettrica (un’estremità è carica positivamente e l’altra è carica negativamente), quindi tendono ad attaccarsi alle cose da sole. I detersivi (prodotti chimici per il sapone) aiutano l’acqua a fare il suo lavoro ancora meglio, rompendo il gunge e il grasso e rendendo più facile lo sciacquo dell’acqua. Ma alcuni tipi di sporcizia non si muovono, non importa quanto ci si sforzi. A questo punto un’idropulitrice è molto utile. Utilizza un getto stretto e ad alta pressione di acqua calda o fredda per eliminare lo sporco. Poiché l’acqua viaggia veloce, colpisce la superficie sporca con un’elevata energia cinetica, sbattendo via lo sporco e la polvere come una pioggia costante di piccoli colpi di martello. Ma è solo acqua, quindi non danneggia la maggior parte delle superfici dure. Detto questo, è una buona idea testare un’idropulitrice su un’area poco appariscente prima di iniziare a lavorare per assicurarsi che non danneggi la superficie che si sta pulendo. Leggete sempre le istruzioni prima di usare un’idropulitrice!

Parti di una idropulitrice

Un’idropulitrice è meno sofisticata di quanto sembri. In realtà è solo una pompa dell’acqua alimentata da un motore elettrico. L’idropulitrice prende l’acqua normale da un rubinetto (per voi del Regno Unito è un rubinetto), la pompa accelera l’acqua ad alta pressione, e poi la spruzza da un tubo flessibile in velocità attraverso una pistola a grilletto. È possibile montare vari altri accessori all’estremità del tubo per la pulizia di cose diverse.

Queste, quindi, sono le parti principali che troverete all’interno di un’idropulitrice:

Ingresso dell’acqua: un tubo flessibile che collega l’idropulitrice alla rete idrica principale. Di solito c’è un filtro nell’ingresso per fermare lo sporco e i detriti che entrano nell’idropulitrice e che intasano le opere. Piccoli pezzi di graniglia sono l’ultima cosa che si vuole all’interno dell’idropulitrice, soprattutto perché potrebbero uscire dall’altra estremità a velocità elevata!

Motore elettrico o a gas: La maggior parte delle rondelle a pressione più piccole (come quelle molto popolari prodotte da Kärcher) sono alimentate dalla rete elettrica domestica, ma i modelli più grandi sono alimentati da motori a benzina compatti. I motori sono simili a quelli che si trovano nei tosaerba (in genere la potenza nominale è di circa 3-4kW o 3,5-5,5HP). I modelli con motore a gas sono ottimi se si lavora all’esterno in luoghi dove è difficile trovare un’alimentazione elettrica (o dove un lungo cavo di traino sarebbe pericoloso o scomodo). Il motore o il motore è progettato per alimentare la pompa dell’acqua.

Riempire un’idropulitrice a benzina

Anche se le idropulitrici domestiche sono tipicamente alimentate da elettricità, quelle più grandi sono spesso azionate da piccoli motori a benzina e producono getti d’acqua molto più potenti. Ecco il motore all’interno di una tipica idropulitrice a gas usata dal Corpo dei Marines degli Stati Uniti che viene ricaricato pronto per la pulizia degli elicotteri. Questo è prodotto da Jenny e valutato ad una pressione di 3400 psi (circa 230 volte la normale pressione atmosferica), che è circa tre volte superiore a quella di un Kärcher domestico medio. Si tratta della lavatrice più potente che si possa trovare! Foto di LCpl. Jesse D. Leger per gentile concessione del Corpo dei Marines degli Stati Uniti.

Pompa dell’acqua: Questo è il cuore di un’idropulitrice. È un po’ come una pompa a mano per l’acqua a terra, solo che è azionata ad alta velocità dal motore elettrico (o motore a gas) invece che dalla mano. Quando il motore tira la pompa in un modo, aspira l’acqua dal rubinetto; quando spinge la pompa nell’altro modo, l’acqua schizza fuori in un getto ad alta pressione. Le pompe sono progettate per gestire un flusso d’acqua di circa 1-2 galloni (4-8 litri) al minuto.

Tubo flessibile ad alta pressione: Questo è il tubo che va dalla lavatrice a qualsiasi accessorio per la pulizia che hai deciso di usare. Un normale pezzo di tubo non sarebbe in grado di sopravvivere all’alta pressione dell’acqua che lo attraversa. Il tubo ad alta pressione è rinforzato con una rete metallica e ha due o più strati di plastica ad alta densità. È importante usare un tubo che abbia una pressione più alta rispetto alla pompa della vostra lavatrice a pressione ma, se la vostra lavatrice fosse fornita con il vostro tubo, non ci dovrebbe essere nulla di cui preoccuparsi. In genere, il margine di sicurezza sui tubi flessibili dell’idropulitrice è di circa il 300 per cento, quindi se la vostra rondella è classificata a 2000 psi, il vostro tubo dovrebbe essere in grado di resistere a pressioni di almeno 6000 psi.

Attacco per la pulizia: A seconda di ciò che si sta pulendo, si può passare da una semplice pistola a grilletto (essenzialmente solo una valvola che lascia passare l’acqua solo quando si preme il manico) ad uno spray a bacchetta rotante o ad una spazzola rotante per strofinare il disco. Gli attrezzi azionati sono guidati dalla forza dell’acqua che li attraversa.

Pistola a pressione Kärcher

Alcune idropulitrici hanno caratteristiche aggiuntive. L’acqua e l’elettricità non sono un buon mix, quindi molte idropulitrici sono dotate di interruttori automatici di terra, noti anche come interruttori differenziali (RCD), integrati nell’alimentazione elettrica per proteggervi in caso di guasto elettrico. La maggior parte delle idropulitrici funzionano allo stesso modo e fanno esattamente lo stesso tipo di cose, ma quelle più costose tendono a funzionare a pressioni d’acqua più elevate (e hanno un migliore potere pulente).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *