Idropulitrici: come funzionano?

Hai provato con l’acqua. Hai provato il sapone. Hai provato a strofinare e strofinare. Avete provato con prodotti chimici cattivi che non fanno quello che dicono. Allora cosa si fa quando non si riesce a pulire? Tira fuori l’idropulitrice! Molte persone ora usano abitualmente questi tubi super potenti (conosciuti anche come “idropulitrici”) per far saltare le cose pulite con getti d’acqua pressurizzati a circa 100-200 volte la pressione dell’aria intorno a noi (che è di 1500-3000 libbre per pollice quadrato o psi). Sono brillanti nei patii, nei vialetti, nei mobili da giardino, nelle griglie per il barbecue e in tutti gli altri tipi di sporcizia esterna. Una idropulitrice perfetta per questi lavori è l’idropulitrice Karcher! Diamo un’occhiata più da vicino a come funzionano!

Perché i getti a pressione rendono le cose più pulite

C’è una buona ragione scientifica per cui l’acqua rende le cose così pulite: le sue molecole hanno una leggera polarità elettrica (un’estremità è carica positivamente e l’altra è carica negativamente), quindi tendono ad attaccarsi alle cose da sole. I detersivi (prodotti chimici per il sapone) aiutano l’acqua a fare il suo lavoro ancora meglio, rompendo il legame e il grasso e rendendo più facile lo sciacquo dell’acqua. Ma alcuni tipi di sporcizia non si muovono, non importa quanto ci si sforzi. A questo punto un’idropulitrice è molto utile. Utilizza un fortissimo getto ad alta pressione di acqua calda o fredda per eliminare lo sporco. Poiché l’acqua viaggia veloce, colpisce la superficie sporca con un’alta energia cinetica, eliminando lo sporco e la polvere come una pioggia costante di piccoli colpi di martello. Ma è solo acqua, quindi non danneggia la maggior parte delle superfici dure. Detto questo, è una buona idea testare un’idropulitrice su un’area poco appariscente prima di iniziare a lavorare per assicurarsi che non danneggi la superficie che si sta pulendo. Leggete sempre le istruzioni prima di usare un’idropulitrice!

Come è fatta

Un’idropulitrice è meno sofisticata di quanto sembri. In realtà è solo una pompa d’acqua alimentata da un motore elettrico. L’idropulitrice prende l’acqua normale da un rubinetto, la pompa accelera l’acqua ad alta pressione, e poi la spruzza da un tubo flessibile in velocità attraverso una pistola a grilletto. È possibile montare vari altri accessori all’estremità del tubo in base a cosa si deve pulire. Queste, quindi, sono le parti principali che troverete all’interno di un’idropulitrice:

  • Ingresso dell’acqua: un tubo flessibile che collega l’idropulitrice alla rete idrica principale. Di solito c’è un filtro nell’ingresso per fermare lo sporco e i detriti che entrano nell’idropulitrice e che la potrebbero intasare. Piccoli pezzi di graniglia sono l’ultima cosa che si vuole all’interno dell’idropulitrice, soprattutto perché potrebbero uscire dall’altra estremità a velocità elevata!
  • Motore elettrico o a gas: La maggior parte delle rondelle a pressione più piccole sono alimentate dalla rete elettrica domestica, ma i modelli più grandi sono alimentati da motori a benzina compatti. I motori sono simili a quelli che si trovano nei tosaerba (in genere la potenza nominale è di circa 3-4kW o 3,5-5,5HP). I modelli con motore a gas sono ottimi se si lavora all’esterno in luoghi dove è difficile trovare un’alimentazione elettrica (o dove un lungo cavo di traino sarebbe pericoloso o scomodo).